In corso un trial clinico condotto all’Ospedale San Raffaele dove la rete 5G Vodafone, l’edge computing e la realtà aumentata stanno consentendo all’equipe medica di condurre veri interventi chirurgici da remoto. Il sistema di remote proctoring di Artiness consente di supportare da remoto l’esecuzione di procedure percutanee, integrando immagini mediche paziente-specifiche e modelli 3D in forma di ologrammi in Mixed Reality attraverso l’uso di visori

L’articolo Il 5G in sala operatoria e la chirurgia da remoto diventa reale proviene da Internet 4 Things.

Generated by Feedzy